martedì 3 luglio 2018

Restauro manoscritti ed incunaboli del Centro Dantesco di Ravenna

Dopo qualche mese di lavoro abbiamo concluso l'intervento di restauro conservativo su 7 manoscritti, 3 incunaboli e 1 cinquecentina della Biblioteca del Centro Dantesco di Ravenna. 
I volumi restaurati sono di un elevato valore storico, artistico e filologico. Alcuni di essi sono trascrizioni di pochi anni o decenni successivi alla morte del sommo Poeta.
Alighieri Dante, La Commedia, Iesi – Verona, Venezia - incunabolo 1472; volume cartaceo con coperta in pergamena rigida.
Particolare del capitello al piede: i due frammenti ancora presenti sono stati consolidati con passaggi di filo di lino e bloccati nella corretta posizione. Si è scelto di non sostituire l’intero capitello nel rispetto massimo di tutte le parti originali anteponendo al gusto estetico l’importanza della conservazione.
Alighieri Dante, La Commedia, Iesi – Verona, Venezia - incunabolo 1472; volume cartaceo con coperta in pergamena rigida.
Consolidamento della miniatura iniziale con l’ausilio di microscopio ottico.


Dante Alighieri, La Commedia, XV sec., manoscritto cartaceo, legatura in mezza pelle marrone e assi lignee.
Prima carta, incipit della prima cantica.
 
 Codice Phillips n.9589, XIV sec., manoscritto membranaceo, legatura settecentesca in mezzo marocchino rosso.

Rimozione di velature improprie attraverso l’applicazione di un idrogel chimico ad alta ritenzione idrica. Questo gel rilascia un minimo quantitativo di acqua sul supporto membranaceo, tale da permettere la rimozione dei vecchi restauri senza interagire con il supporto originale, molto suscettibile all’apporto di umidità. Non rilascia residui ed è totalmente inerte nei confronti della pergamena.



Codice Phillips n.9589, XIV sec., manoscritto membranaceo, legatura settecentesca in mezzo marocchino rosso.
Rimozione della vecchia indorsatura tramite l’applicazione di gel rigido di Agar sminuzzato che apporta un minimo quantitativo di acqua, sufficiente a rigonfiare la colla animale presente sul dorso senza rilasciare residui.
“Credo” disposto per Dante, XV sec., bifoglio cartaceo manoscritto.
Risarcimento della lacuna centrale con carta giapponese precedentemente portata a tono.

Alighieri Dante, Il Paradiso, commento dell’Ottimo, XIV sec., manoscritto cartaceo, legatura settecentesca in messo cuoio su assi lignee.
Rimozione del velo giapponese applicato a rinforzo dei margini a volume montato.

Alighieri Dante, Il Paradiso, commento dell’Ottimo, XIV sec., manoscritto cartaceo, legatura settecentesca in messo cuoio su assi lignee.
Cucitura con filo di lino del primo fascicolo, precedentemente scucito senza lo smontaggio totale del manoscritto.
Tavola di tutte le rime del poema di Dante messe per ordine d’alfabeto da Giovanbattista Deti, XVI-XVII sec. manoscritto cartaceo, legatura in pergamena floscia.
Misurazione del pH dell’inchiostro.


Tavola di tutte le rime del poema di Dante messe per ordine d’alfabeto da Giovanbattista Deti, XVI-XVII sec. manoscritto cartaceo, legatura in pergamena floscia.
Tensionamento perimetrale della coperta in pergamena, con magneti su tavolo d’acciaio microforato.
Codice Phillips n.9589, XIV sec., manoscritto membranaceo, legatura settecentesca in mezzo marocchino rosso.
Scatola conservativa costruita su misura con cartone di pura cellulosa, acid free e adesivi a pH neutro senza rilascio di vapori acidi. La scatola è ricoperta di tela e rivestita in carta barriera acid free. Il manoscritto è leggermente compresso da un battente in Plastazote®, che grazie alla sua morbidezza si adagia sul volume e ripropone la funzione contenitiva delle bindelle non presenti nella legatura attuale.




I volumi restaurati all'interno delle scatole conservative.

mercoledì 9 maggio 2018

Restituire il passato: il restauro del Codice 44

In occasione della mostra "I MISTERI DELLA CATTEDRALE. Meraviglie nel labirinto del sapere" presso il museo della Cattedrale di Piacenza, in uno dei moltissimi eventi collaterali verrà presentato il Codice 44, da poco restaurato presso il nostro laboratorio. Una bella occasione per approfondire i contenuti di questo meraviglioso codice e per conoscere anche l'intervento di restauro.
Relatori: Tiziano Fermi, Biblioteca Capitolare Cattedrale;
Alberto Benato Laboratorio di Restauro del libro e di opere d'arte su carta dell'Abbazia di Praglia.



https://www.facebook.com/events/2116754215274707/

venerdì 30 marzo 2018

Buona Pasqua

Un sincero augurio di Buona Pasqua a tutti Voi!
La foto riprende una miniatura del codice "Sacramentario di Fulda" di proprietà della Arcidiocesi di Udine, da noi restaurato a fine 2016.


mercoledì 21 marzo 2018

Comunicazione di servizio

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO
Per motivi tecnici, oggi 21/03/2018 e in parte anche domani, la nostra linea telefonica potrebbe non funzionare, e con essa anche la linea adsl. Per urgenze e comunicazioni potrete raggiungerci al nostro cell. 338.2004737. Grazie!

venerdì 22 dicembre 2017

BUON NATALE

Buon Natale dai restauratori del laboratorio: dom Luciano, Alberto e Gloria con tutta la Comunità Monastica dell’Abbazia di Praglia.
"Puer natus est nobis, et filius datus est nobis: cuius imperium super humerum eius et vocabitur nomen eius, magni consilii Angelus. Cantate Domino canticum novum: quia mirabilia fecit".


venerdì 17 novembre 2017

Tinture naturali su Hanji e Washi

Tintura di carte coreane (Hanji) e giapponesi (Washi) con coloranti naturali. Nelle foto si vede la preparazione e la tintura con pigne di Alnus Japonica utilizzando ebake e supportando i fogli opportunamente. Dopo la tintura e l'asciugatura si procede con la mordenzatura a pH controllato per fissare il colore. Segue l'ultimo risciacquo.
Le carte dopo la tintura e la mordenzatura serviranno per la reintegrazione di lacune su supporti originali di tonalità diverse dal colore di base delle carte coreane e giapponesi.

Preparazione della titntura e filtraggio

Applicazione del colorante

Stesura del colorante

Particolare del colorante

Mordenzatura

Controllo del pH

Asciugatura su telaio

Gamma delle carte prodotte con tintura a base di ontano e altri coloranti naturali